giovedì 24 Maggio 2018
Elaborazioni contabili
                        per le aziende
 
 

AGEVOLAZIONI

contributi e incentivi per le imprese

- Agosto 2007 -

 

 

Contributi a fondo perduto in Piemonte

Misure di sostegno alle Pmi - voucher

Le PMI che hanno almeno 1 unità operativa in Piemonte possono ottenere dalla Regione un “voucher”, sotto forma di contributo a fondo perduto, per le spese inerenti all’acquisizione di una serie di servizi diversi, fino al 70% delle spese ammissibili (per un importo massimo di € 30.000,00). L’agevolazione è di particolare rilevanza per l’acquisto di servizi di consulenza volti a facilitare l’accesso al credito delle imprese in ottica Basilea 2.

 

Finalita’

Misura di sostegno per P.M.I. piemontesi volta a finanziare, attraverso l’emissione di voucher, l’acquisto di servizi di ricerca industriale, sviluppo precompetitivo e innovazione.

 

Beneficiari

P.M.I. che abbiano almeno una unità operativa in Piemonte. Tali imprese sono libere di scegliere il soggetto erogatore di servizi tra quelli rientranti nelle categorie individuate nel punto 3 della Misura di sostegno.

 

Attività agevolabili

I servizi finanziabili sono:

§                     ricerca industriale, tecnico-scientifica, specialistica, incluse attività di prototipazione e di prove/misure di laboratorio;

§                     attività connesse all’acquisizione, all’utilizzo e alla gestione di diritti di proprietà intellettuale; attività connesse all’acquisizione o alla licenza per l’utilizzo di diritti di proprietà intellettuale (invenzioni industriali, modelli di utilità, disegni o modelli ornamentali, copyright).

§                     attività di consulenza volta a facilitare l'accesso al credito, in ottemperanza alle nuove direttive introdotte dall'accordo Basilea II per la valutazione del merito di credito, con riferimento sia ai parametri quantitativi che alle informazioni qualitative relative all'assetto tecnologico dell'impresa. Sono ammissibili interventi destinati alla realizzazione di analisi e check up aziendali finalizzati alla definizione del rating creditizio delle imprese, con un duplice obiettivo:

a)                    ricondurre in forma sintetica e schematica l'elaborazione di informazioni capaci di rappresentare correttamente il profilo aziendale;

b)                    individuare le leve disponibili per migliorare il profilo competitivo e, conseguentemente, il rating creditizio.

 

Contributo

Il sostegno verrà erogato tramite voucher di importo massimo 30.000 Euro. L’importo del beneficio economico assegnato con il voucher, da intendersi come contributo a fondo perduto, non può essere superiore al 70% del costo del servizio ritenuto ammissibile,  se l’impresa erogatrice del servizio ha almeno una unità locale in Piemonte.

Non può essere superiore al 60% del costo del servizio ritenuto ammissibile,  se l’impresa erogatrice del servizio ha almeno una unità locale nella Comunità Europea.

Non può essere superiore al 50% del costo del servizio ritenuto ammissibile,  se l’impresa erogatrice del servizio è localizzata fuori dell’Unione Europea.

 

Tipologie dei soggetti erogatori dei servizi

I voucher possono essere utilizzati presso una delle seguenti tipologie di soggetti:

§                     Atenei pubblici e privati e loro articolazioni interne qualora, le stesse, abbiano autonoma capacità negoziale.

§                     Associazioni, fondazioni e consorzi di ricerca e trasferimento tecnologico costituiti, promossi o, comunque, partecipati dai soggetti di cui al punto precedente.

§                     Enti e istituti di ricerca pubblici o a partecipazione pubblica con finalità di ricerca e trasferimento tecnologico.

§                     Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) anche in collaborazione con A.S.O. e A.S.L.

§                     Enti privati di ricerca, sviluppo, trasferimento tecnologico, progettazione, consulenza (indipendentemente dalla veste giuridico formale: società, consorzi, associazioni stabili, comitati, etc.).

§                     Professionisti o qualificati esperti singoli e associati.

 

Apertura bando

Apertura bando dal 16/07/2007

Le domande vengono poi raccolte per sessioni di valutazione con cadenza bimestrale: 15 settembre 2007, 15 novembre 2007, 15 gennaio 2008, 15 marzo 2008, etc. 
Le procedure di valutazione delle domande di ammissione al beneficio sono espletate nel termine di 45 giorni dalla apertura della sessione. 

 

 

contributo di € 200,00 per giovani Co.co.co o Co.co.pro.

che acquistano un Pc

Sono state fissate le modalità per ottenere un contributo di 200 euro, da parte di collaboratori a progetto e coordinati e continuativi di età non superiore a 25 anni, che acquistano un PC di qualsiasi prezzo, marca e tipo. Il contributo, previsto dalla Finanziaria di quest’anno, è corrisposto sul prezzo complessivo, Iva inclusa, al netto di ogni eventuale sconto commerciale. Per usufruirne il beneficiario dovrà fornire al rivenditore gli estremi del contratto di lavoro indicando i dati del datore di lavoro. (Ministero Finanze, Decreto del 08/06/2007, G.U. n.139 del 18/06/2007).

 

 

imprese piemontesi in area obiettivo 2

Le PMI con unità operative in aree Obiettivo 2 appartenenti ai settori industria, artigianato, servizi, turismo e commercio possono accedere ad un finanziamento agevolato ad un tasso inferiore al 2,5% per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, hardware e software.

Per il settore turistico-alberghiero sono ammessi anche le opere murarie, l’impiantistica in genere e gli arredi. Per il settore costruzioni ammessi anche gli autoveicoli ad uso speciale e le macchine operatrici. Per il settore commercio ammessi anche le opere murarie, l’impiantistica in genere e gli arredi; può presentare domanda solo l’impresa ubicata in un Comune facente parte delle Comunità Montane. Tempi di erogazione dell’agevolazione regionale contenuti. Sono anche ammessi gli investimenti per beni USATI, purché non abbiano beneficiato di agevolazioni.

 

 

Finanziamenti agevolati per la rilocalizzazione delle zone a rischio

L. 228/97

 

Beneficiari

TUTTI I SETTORI (senza esclusione per le GRANDI imprese) con ubicazione in zona a rischio idrogeologico, che intendono trasferire l’insediamento produttivo in zona sicura (entro 30 Km.).

 

Investimenti

Sono ammissibili le spese relative a:

-          acquisto del terreno e costruzione dell’immobile o, in alternativa acquisto e sistemazione di un immobile già esistente;

-          Realizzazione di tutti gli impianti fissi di pertinenza della struttura;

-          Trasloco di macchinari, impianti produttivi e arredi;

-          Acquisto impianti produttivi e macchinari solo qualora non trasferibili dalla precedente unità locale;

-          Demolizione e bonifica area dimessa

 

Finanziamento

L’importo del finanziamento viene concesso nelle seguenti misure:

- 95% dei primi € 1.032.913 di investimento

- 75% della spesa eccedente, fino a € 5.164.568

- 50% dell’ulteriore eccedenza

 

Agevolazioni

Finanziamento bancario alle seguenti caratteristiche:

TASSO:            ZERO (nei primi 3 anni), 1% nei seguenti

DURATA:         3 anni (premmortamento), da 7 a 22 di ammortamento

RATE:              Semestrali posticipate (a partire del quarto anno)

GARANZIA:     100% del Fondo Centrale dello Stato

* Estinzione totale a carico dello Stato del mutuo residuo ex lege 35/95 (concesso interente a fondo perduto).

Possibilità di riscatto anticipato, mediante attualizzazione, dell’intero ammontare dei contributi in conto interessi deliberati.

Non possono essere richieste ulteriori garanzie alle imprese, fatto salvo quelle eventualmente rilasciate dai Consorzi Fidi.

 

Caratteristiche

Dismissione della sede oggetto di rilocalizzazione entro tre anni dall’avvio dell’investimento.

 

 

Imprenditoria giovanile e femminile

Regione Piemonte – L. 22/1997

Tutte le imprese individuali, società di persone, società di capitali, che hanno i requisiti per presentare domanda sulla legge regionale 22/97, possono presentare domanda di agevolazione entro e non oltre 12 mesi dalla data della loro costituzione anziché entro i 180 giorni.

Si ricorda che per le imprese individuali la data di costituzione è la data di iscrizione al registro delle imprese, mentre per le società di persone e le società di capitali è la data dell’atto costitutivo.

 

 

www.studioansaldi.it

 

Studio Ansaldi srl – corso piave 4, Alba (CN)

Area Utente
Archivio Newsletter
Entra
Registrati
Ricorda dati
 
Aste online
Alba
Cuneo
Pinerolo
Saluzzo
 
Link utili
Il sole 24 ore
La stampa
L'espresso
Il corriere
 
Meteo
 
Sistema Paghe e Contributi
Sistema Contabile
 
 
Servizi   News   Scadenziario   Normative e Approfondimenti   Agevolazioni   Sicurezza   Circolari   Quesiti   Chi siamo   La struttura   Cenni storici   Dove siamo   Contatti



STUDIO ANSALDI S.R.L. - CORSO PIAVE 4 - 12051 ALBA (CN) - Tel. 0173.296.611 - Fax 0173.296.730 - C.F. P.IVA e R.I. 03017620042
C.C.I.A.A. Cuneo R.E.A. n. 255653 - Capitale sociale € 10.000 i.v. - privacy - note legali