sabato 17 Novembre 2018
Elaborazioni contabili
                        per le aziende
 
 

 

AGEVOLAZIONI

contributi e incentivi per le imprese

- Settembre 2008 -

 

 

Assunzione qualificata di personale

MIUR (D.M. 593-2000)

Il Ministero dell'Università e della Ricerca Scientifica ha comunicato che la data di apertura dei termini per la presentazione ai sensi dell'articolo 14 del DM 593/2000 delle domande di agevolazioni da parte di imprese e centri di ricerca - riguardanti l'assunzione di qualificato personale di ricerca, specifiche commesse esterne di ricerca e contratti di ricerca e borse di studio per corsi di dottorato di ricerca - è stata fissata al 15 settembre 2008. In particolari i soggetti interessati sono quelli con stabile organizzazione nel territorio nazionale rientranti tra le seguenti categorie:

1.      imprese che esercitano attività industriale diretta alla produzione di beni e/o di servizi;

2.      imprese che esercitano attività di trasporto per terra, per acqua o per aria;

3.      imprese artigiane di produzione di cui alla legge 8 agosto 1985, n. 443;

4.      centri di ricerca con personalità giuridica autonoma promossi da uno o più dei soggetti di cui ai precedenti punti;

5.      consorzi e società consortili comunque costituiti, purché con partecipazione finanziaria superiore al 50% di soggetti ricompresi nei punti 1, 2 e 3; il limite della partecipazione finanziaria è fissato al 30% per consorzi e società consortili aventi sede nelle aree considerate economicamente depresse del territorio nazionale ai sensi delle vigenti disposizioni comunitarie;

6.      i parchi scientifici e tecnologici indicati nella deliberazione MURST del 25 marzo 1994 (G.U. n. 187 del 11 agosto 1994).

L’agevolazione viene concessa secondo nelle forme del credito d'imposta e del contributo a fondo perduto, con modalità variabili in base alla tipologia di spesa.

I contratti di ricerca possono riguardare la realizzazione di attività di ricerca industriale, nonché studi e ricerche sui processi produttivi, attività applicative dei risultati delle ricerche, formazione del personale tecnico per l’utilizzazione di nuove tecnologie, di prove e test sperimentali.

 

 

Sgravio contributivo per le aziende con dipendenti

D.L. 07/05/2008

Il Decreto interministeriale lavoro-economia del 7 maggio 2008 (pubblicato sulla G.U. n.178 del 31/07/08) ha previsto per i datori di lavoro, dal 1° gennaio 2008, la concessione di uno sgravio contributivo sugli importi previsti dalla contrattazione collettiva di secondo livello, entro il limite del 3% della retribuzione contrattuale annua dei lavoratori. Entro il tetto della retribuzione imponibile annua ai fini previdenziali del lavoratore, lo sgravio è così determinato:

-   entro il limite massimo di 25 punti dell’aliquota a carico del datore di lavoro (che costituisce la quota complessiva massima di sgravio applicabile anche con riferimento alle aziende che assolvono la contribuzione pensionistica presso enti diversi dall’Inps);

-   totale sulla quota del lavoratore (cioè pari al 9,19% per la generalità delle aziende e al 5,84% per gli apprendisti).

Per accedere allo sgravio contributivo i contratti devono essere stati sottoscritti dai datori di lavoro e depositati entro 30 giorni dalla loro stipulazione presso le Direzioni provinciali del lavoro. Devono prevedere erogazioni incerte nel loro ammontare, correlate a parametri atti a misurare gli aumenti di produttività o qualità o altri elementi di competitività assunti come indicatori dell’andamento economico dell’impresa e dei suoi risultati; occorre, inoltre, che l’impresa sia in regola con il Durc e dichiari di rispettare i Ccnl. Le aziende, anche per il tramite dei propri consulenti del lavoro, dovranno inoltrare, esclusivamente in via telematica, la domanda all’Inps, anche per i lavoratori iscritti ad altri enti previdenziali. L’Inps ha comunicato che le domande potranno essere inviate dal 15 settembre 2008: l’accesso al servizio, mediante la selezione dei servizi on-line presenti sul proprio sito web, è possibile solo previa registrazione dell’utente e assegnazione da parte dell’Istituto di un apposito PIN. I datori di lavoro e gli intermediari incaricati dai datori di lavoro (di cui all’art.1 della L. n.12/79) già titolari di un PIN, e abilitati alla trasmissione delle denunce mensili obbligatorie (DM10, EMens, DMAG, ecc.), non dovranno effettuare alcun adempimento in quanto il nuovo servizio on-line sarà automaticamente aggiunto al portafoglio di servizi telematici già in loro possesso.

 

 

Plafond Banca Del Piemonte

Dieci milioni di euro destinati a industria, commercio, agro-alimentare, settore turistico, artigianato e distribuzione per sostenere gli investimenti legati all’innovazione, alla ricerca e all’internazionalizzazione, grazie all’accordo tra Unionfidi e Banca del Piemonte. L’importo del finanziamento varia da 50mila a 500mila €, con durata massima di 84 mesi. La garanzia Unionfidi copre il 50% dell’importo erogato.

 

 

Piano di sviluppo rurale 2007-2013

Misura 123 – Imprese agroindustriali

Prorogata al 6/10 l’agevolazione per le PMI agroindustriali che possono presentare domanda per ottenere un contributo a fondo perduto pari al 40% dell’investimento da sostenere. Sono agevolabili gli investimenti rivolti a: introduzione di nuovi prodotti, processi e tecnologie, tutela ambientale e risparmio energetico, ottenimento di livelli maggiori di sicurezza sul lavoro, recupero e smaltimento dei rifiuti. Le spese ammissibili riguardano acquisto di fabbricati, impianti, macchine e attrezzature nuovi, hardware e software, autoveicoli per il trasporto dei prodotti, spazi commerciali destinati alla vendita dei prodotti agroalimentari, spese di progettazione e direzione lavori. L’investimento minimo ammonta a 300.000 € (200.000 € per la microimpresa). Possono presentare domanda a partire da 1 milione di € anche le imprese definite “intermedie” (con meno di

750 dipendenti o fatturato annuo inferiore a 200 milioni di €) per beneficiare di un contributo a fondo perduto pari al 20%.

 

 

www.studioansaldi.it

 

Studio Ansaldi srl – corso piave 4, Alba (CN)

Area Utente
Archivio Newsletter
Entra
Registrati
Ricorda dati
 
Aste online
Alba
Cuneo
Pinerolo
Saluzzo
 
Link utili
Il sole 24 ore
La stampa
L'espresso
Il corriere
 
Meteo
 
Sistema Paghe e Contributi
Sistema Contabile
 
 
Servizi   News   Scadenziario   Normative e Approfondimenti   Agevolazioni   Sicurezza   Circolari   Quesiti   Chi siamo   La struttura   Cenni storici   Dove siamo   Contatti



STUDIO ANSALDI S.R.L. - CORSO PIAVE 4 - 12051 ALBA (CN) - Tel. 0173.296.611 - Fax 0173.296.730 - C.F. P.IVA e R.I. 03017620042
C.C.I.A.A. Cuneo R.E.A. n. 255653 - Capitale sociale € 10.000 i.v. - privacy - note legali