sabato 26 Maggio 2018
Elaborazioni contabili
                        per le aziende
 
 

AGEVOLAZIONI

contributi e incentivi per le imprese

- Ottobre 2008 -

 

 

Imprese manifatturiere e di servizi alla produzione: regione Piemonte L.R. 56/86

In un periodo caratterizzato dalla mancanza di leggi agevolative per l’acquisto di macchinari, attrezzature, consulenze specialistiche finalizzati all’innovazione di prodotto e di processo, l’unica opportunità accessibile è rappresentata dalla L.R. 56/86. Tale strumento consente alle PMI artigiane, industriali e di servizi alla produzione di accedere ad un finanziamento a 36 mesi a tasso agevolato inferiore all’Euribor.

 

 

Commercio al dettaglio, ristoranti e bar: regione Piemonte L.R. 28/99

Le imprese commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande possono sostenere gli investimenti relativi a opere murarie, impiantistica, arredi ed attrezzature utilizzando l’apposito Fondo Regionale che permette di ottenere un finanziamento ad un tasso inferiore al 4%.

 

 

imprese artigiane: regione Piemonte L.R. 21/97

Le imprese artigiane possono sostenere gli investimenti relativi a impianti, macchinari, attrezzature, hardware, software, arredi, opere murarie ed impiantistica (queste ultime in misura limitata rispetto al valore totale del progetto) utilizzando l’apposito Fondo Regionale che permette di ottenere un finanziamento ad un tasso inferiore al 3,25%. Se l’impresa possiede il marchio dell’ “eccellenza artigiana” o se il progetto ha ricadute positive in termini di occupazione, il Fondo Regionale interviene per il 70% con risorse a tasso zero, riducendo ulteriormente il tasso di interesse applicato.

 

 

POR regione Piemonte 2007-2013 Asse 2: sostenibilità ed efficienza energetica

Beneficiarie delle agevolazioni sono tutte le imprese che esercitano attività diretta alla produzione di beni e/o servizi. La grande imprese è esclusa solo dalla Misura 2.

Finalità perseguite:

  • La Misura 1 mira a finanziare gli investimenti tesi alla razionalizzazione dei consumi energetici (investimenti per sistemi di sfruttamento della geotermia a bassa entalpia, per processi e macchine ad elevata efficienza, per involucri edilizi con elevate prestazioni energetiche, per impianti di cogenerazione) e all’uso di fonti di energia rinnovabile (investimenti in solare termico, biogas, fotovoltaico, eolico, idroelettrico…) negli insediamenti produttivi .
  • La Misura 2 incentiva all’insediamento di nuovi impianti e nuove linee di produzione di sistemi e componenti dedicati alla sfruttamento di energie rinnovabili e vettori energetici, all’efficienza energetica nonché all’innovazione di prodotto nell’ambio delle tecnologie in campo energetico. Si tratta di investimenti legati alla creazione di nuovi stabilimenti, all’ampliamento di quelli esistenti, alla ristrutturazione o alla riconversione di impianti esistenti.

Le agevolazioni previste consistono in:

-          finanziamento totale dell’investimento con fondi regionali a tasso zero fino alla copertura del 75% dei costi ammessi;

-          la quota residua sarà coperta da fondi bancari alle migliori condizioni di mercato. Il rimborso del finanziamento avverrà in sei annualità con un anno di pre-ammortamento. Inoltre è previsto un contributo in conto capitale pari al 20% dei costi ammessi (oppure fino all’80% dei sovracosti).

 

 

Agricoltura PSR 2007-2013 regione Piemonte

1) MISURA 112 - SOSTEGNO ALL'INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

2) MISURA 121 - AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE

3) MISURA 311 - DIVERSIFICAZIONE IN ATTIVITA’ NON AGRICOLE (agro-turistiche,…)

Le misure prevedono contributi a fondo perduto dal 25% al 50% a secondo della tipologia degli investimenti.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 24/10/2008.

 

 

Turismo: piano annuale 2008

INTERVENTI REGIONALI PER LO SVILUPPO, LA RIVITALIZZAZIONE E IL MIGLIORAMENTO QUALITATIVO DI TERRITORI TURISTICI

I beneficiari dei contributi previsti dal Piano annuale 2008 sono:

• Comuni o loro consorzi (comprese le Unioni dei Comuni/Comunità Collinari),

• Comunità Montane,

• Province e consorzi pubblici,

• Enti “no profit”,

• Enti Parco

per la predisposizione degli Studi di fattibilità e progetti di intervento unitari turistici

La legge prevede contributi in conto capitale fino al 60%-70% a seconda della spesa ritenuta ammissibile e della tipologia del soggetto richiedente.

Scadenza presentazione delle domande 15/10/2008.

 

 

Incentivi per piccole imprese in 22 zone franche

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha individuato 22 zone franche urbane in 11 regioni, che avranno diritto a incentivi e agevolazioni fiscali e previdenziali per le nuove imprese costituite entro il 2009. Le 22 zone franche sono le seguenti: Catania, Erice, Gela, Crotone, Lamezia Terme, Rossano, Matera, Andria, Lecce, Taranto, Napoli, Mondragone, Torre Annunziata, Campobasso, Cagliari, Iglesias, Quartu Sant’Elena, Sora, Velletri, Pescara, Massa Carrara e Ventimiglia. Il provvedimento sarà ora sottoposto alla valutazione del Comitato interministeriale per la programmazione economica e successivamente verrà notificato alla Commissione europea. Si prevede che gli incentivi e le agevolazioni potranno essere concretamente erogati entro la prossima primavera. In particolare, chi aprirà una nuova attività economica nelle zone franche urbane avrà diritto all'esenzione totale dalle imposte sui redditi per i primi cinque anni d'imposta, dal sesto al decimo anno a un'esenzione del 60%, per l'undicesimo e dodicesimo anno del 40% e del 20% per i successivi due anni. L'esenzione riguarderà anche l'Irap per i primi cinque periodi d'imposta, fino al raggiungimento della somma di 300.000 euro del valore della produzione netta per ciascun anno.

 

 

www.studioansaldi.it

 

Studio Ansaldi srl – corso piave 4, Alba (CN)

Area Utente
Archivio Newsletter
Entra
Registrati
Ricorda dati
 
Aste online
Alba
Cuneo
Pinerolo
Saluzzo
 
Link utili
Il sole 24 ore
La stampa
L'espresso
Il corriere
 
Meteo
 
Sistema Paghe e Contributi
Sistema Contabile
 
 
Servizi   News   Scadenziario   Normative e Approfondimenti   Agevolazioni   Sicurezza   Circolari   Quesiti   Chi siamo   La struttura   Cenni storici   Dove siamo   Contatti



STUDIO ANSALDI S.R.L. - CORSO PIAVE 4 - 12051 ALBA (CN) - Tel. 0173.296.611 - Fax 0173.296.730 - C.F. P.IVA e R.I. 03017620042
C.C.I.A.A. Cuneo R.E.A. n. 255653 - Capitale sociale € 10.000 i.v. - privacy - note legali